Con Delibera della giunta regionale del Friuli n. 346 del 2018 è stato emesso, nell’ambito del POR FESR 2014/2020, il secondo bando per la erogazione di finanziamenti per la riduzione di consumi di energia primaria negli edifici scolastici.

La dotazione finanziaria del bando è pari a € 16.183.138,72.

I soggetti che possono presentare domanda sono gli Enti locali del Friuli Venezia Giulia.

Sono ammissibili progetti finalizzati all’efficientamento energetico, purché la percentuale di riduzione dei consumi degli edifici oggetto dell’intervento sia pari almeno al 15% rispetto alla situazione pre-intervento:

  • coibentazione di pareti perimetrali, della copertura o di solai e pareti verso locali non riscaldati o verso il terreno;
  • sostituzione di serramenti e infissi;
  • installazione di sistemi schermanti; implementazione di materiali, dispositivi e prodotti per il miglioramento dei rendimenti di distribuzione ed emissione;
  • sostituzione generatori di calore con sistemi e componenti ad alta efficienza; 
  • integrazione degli impianti esistenti o loro sostituzione con impianti di energia rinnovabile; implementazione di sistemi di termoregolazione e/o di contabilizzazione del calore;
  • installazione di sistemi per la ventilazione meccanica controllata;
  • implementazione di sistemi di illuminazione a basso consumo e di sensori di controllo; implementazione di sistemi per la gestione e regolazione intelligente degli impianti;
  • implementazione di sistemi per la gestione e il monitoraggio energetico degli edifici, anche in remoto;
  • realizzazione e/o implementazione di altri eventuali impianti innovativi finalizzati all’efficientamento energetico dell’edificio.

Ai fini dell’ammissione a finanziamento, la spesa minima ammissibile del progetto è pari a 300.000 Euro per i Comuni e pari a 1.000.000 Euro per le Unioni territoriali intercomunali.

I contributi per la realizzazione dei progetti sono concessi nella forma di aiuto a fondo perduto nella misura variabile e massima: del 70% della spesa ritenuta ammissibile, in caso di accesso al Conto termico 2.0; del 50% negli altri casi.

In entrambi i casi il contributo POR FESR non potrà essere superiore a 700.000 euro per il Comune e 2.100.000 euro per le UTI.

Articoli correlati

ALTRI Bandi Regionali

MAGGIORI INFORMAZIONI

 

Tagged on:         
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.